Nuova Zelanda: un viaggio di lusso e un’emozione diversa

Dare una definizione del “lusso” non è sempre univoca: c’è un lusso materiale fatto di beni, servizi, prodotti di prestigio sia per materiali che per comodità offerte e poi c’è un lusso delle “emozioni”, la possibilità di vivere delle esperienze uniche nella vita, non necessariamente legate alla “qualità” dei servizi o delle comodità, quanto piuttosto legate all’esperienza in sé. Eppure, c’è un luogo sulla terra in cui è sorprendentemente possibile coniugare sia il lusso materiale a quello esperenziale: la Nuova Zelanda. Un paese ai confini del mondo, dove trovare angoli di paradiso in cui rimanere indisturbati e godere di intimità e privacy. Tutto quello che serve a una coppia di sposi in viaggio di nozze in Nuova Zelanda.

Scegliere un viaggio di nozze in Nuova Zelanda per un’esperienza diversa

La Nuova Zelanda è grande come la Francia, ma conta un numero di abitanti 14 volte inferiore rispetto alla Francia. Anche in confronto con la vicina Australia, la Nuova Zelanda ha molti meno abitanti e anche pochi turisti. Dopo il trambusto delle nozze, non c’è luogo migliore per godere di un po’ di serenità e della reciproca compagnia immersi nella natura possente neozelandese, coccolati in resort di altissimo livello.

Uno degli autentici lussi della vita moderna è poter godere di momenti veri di libertà. Un viaggio in Nuova Zelanda significa esattamente poter assaporare la libertà. I parchi nazionali costituiscono il 20% del territorio neozelandese, tra cui predomina il parco di Mount Cook – patrimonio mondiale Unesco – e il Parco di Fiordland. L’oceano e i monti si incontrano in una varietà di paesaggi al limite del surreale. Il Tongariro Alpine Crossing è un’escursione di trekking di una giornata considerata la più bella del mondo e si trova all’interno del Tongariro National Park (più noto per essere stata la location della trilogia de “Il Signore degli anelli”). Una delle escursioni ancora poco conosciute dai turisti è quella del Queen Charlotte Track sull’isola di Marlborough Sounds a sud: una striscia costiera di 70 km che fiancheggia la scogliera neozelandese intervallata da brevi tratti di sabbia in cui trovare ristoro e tuffarsi per un bagno, come novelli Adamo ed Eva. Parola d’ordine: libertà.

Nuova Zelanda è anche “avventura”. Non solo sport estremi. Una nuova esperienza di coppia è l’incredibile volo in elicottero sopra i ghiacciai più inaccessibili al mondo oppure addentrarsi nelle viscere della terra come novelli Jules Vernes nella zona geotermica di Rotorua. Quale lusso più grande di vivere un’avventura fuori dal comune, qualcosa di memorabile e incancellabile in paesaggi e scenari che non si trovano da nessuna altra parte al mondo.

E se amate le spiagge e le isole paradisiache da cartolina, perché resistere alla tentazione offerta da Vanuatu, Tonga o Nuova Caledonia? Tutto accoglie a abbraccia chi vuole provare l’indefinibile ebrezza di sentirsi vivo.

Dove andare e cosa fare in Nuova Zelanda

Spiagge, montagne, incantevoli ghiacciai come il Franz Josef dal magico riverbero di un blu intenso che conferisce al ghiaccio quel colore così profondo. E poi, le grandi città. Tra tutte la capitale, Wellington: bella, elegante, dall’indole romantica e poetica, una città che offre panorami inediti che si rendono complici per creare quella sensazione di intimità ed esclusività tra due sposi.

Wellington merita almeno una giornata di visita con l’immancabile escursione in cima al Monte Vittoria. Se, invece, non amate i circuiti troppo turistici, Wellington offre numerose gallerie d’arte, musei, teatri e il giardino botanico dove passeggiare mano nella mano. Una giornata romantica e rilassante a Wellington non può prescindere dalla visita al misterioso Castello Larnach di Dunedin: un edificio di una rara bellezza che staglia il suo profilo su un panorama da sogno e dove poter cenare.

La cucina tradizionale neozelandese è un sapiente mix di piatti internazionali, asiatici, britannici e della cultura maori. La cucina maori è molto ricca di carni (pollo, maiale, agnello) cotte secondo il tradizionale forno interrato. Uno dei contorni tipici è la kumara, una patata dolce arricchita con una salsa a base di cipolle, cavolo, carote e zucca.

La bellezza della Nuova Zelanda è che si può vivere a pieno il senso di libertà, di natura, di cultura pur rimanendo circondati dai confort della vita metropolitana, rientrando nel proprio resort di cui la Nuova Zelanda ha un’ampia offerta dalle isole più remote alla capitale.

Infine, una delle tante emozioni che si possono portare a casa dopo un viaggio di nozze in Nuova Zelanda è contemplare la possibilità di trascorrere qualche ora allo stadio per vedere una partita di rugby degli All Black anche se non siete degli appassionati. Magari non sarà romantico, né intimo, né lussuoso, ma sarà un ricordo decisamente divertente, allegro e gioioso da mettere nell’album delle nozze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.